IL CAVOLFIORE PROTESTA

Dopo essermi a lungo consultato con i miei amici legumi, che si dice siano esperti in rimostranze, ho deciso di scrivervi per protestare contro il trattamento che mi riservate ingiustamente.
Per cominciare mi tiriate sempre in ballo quando c’ è da descrivere una situazione spiacevole o da riprendere  qualcuno che ha fatto, ecco che mi faccio capire, “una cavolata”. “Ma che cavolo dici, che cavolo fai, che cavolo vuoi…” ma perché ve la prendete proprio con me e non, che ne so, con quell’altezzosa della carota che siccome è arancione e filiforme si crede la miss delle verdure? No che poi, questa proprio mi fa arrabbiare perché è assurda: “Ci sta proprio male, come i cavoli a merenda”. Ma mi sono forse mai proposto per essere inzuppato nel tè al posto dei biscotti? Mi sono mai intrufolato dentro il vasetto della marmellata? Ho mai sfruttato le mie doti mimetiche per nascondermi nello zucchero? Ditemi voi se mi avete mai visto fare nulla del genere… questa è diffamazione, io so stare al posto mio, sono un gran signore io!
Innanzitutto non mi chiamo Cavolo, nemmeno Cavolfiore se è per questo, ma Brassica Oleracea della varietà Brotys Cauliflaura (e sono doppiamente un signore perché non mi vergogno di certo a portare un nome femminile). Sono originario del Medio Oriente e se avessi saputo che mi avreste trattato così me ne sarei restato da quelle parti a farmi apprezzare dalle capre al pascolo. Nonostante le dicerie ho molte qualità che possono rendermi appetibile, se solo trovassi delle persone intelligenti che non si fanno influenzare dagli stereotipi che fate girare sul mio conto sarei più amato di quel palestrato dello spinacio! Innanzitutto contengo vitamina C e carotenoidi che hanno una funzione antiossidante e l’acido folico indispensabile per la formazione dei globuli rossi, sono anche ricco di fibre e sali minerali come calcio, ferro, fosforo e potassio (che la banana rivendica come esclusiva, le farò causa). Grazie all’alta presenza di composti organici come fenoli e sostanze solforate vi risparmio delle belle grane perché svolgo un’ azione disintossicante e antitumorale ( mi fosse mai arrivato un “grazie”) .
Siccome sono infinitamente magnanimo vi rammento che vi conviene particolarmente usufruire dei miei servigi se siete deboli, influenzati o pieni di raffreddore. Inoltre, se proprio dovete (perché mi fa un po’ senso) potete utilizzarmi per regolarizzare la vostra funzione intestinale ma occhio che, se ne approfittate, vi provoco un gas che metà basta. Da ultimo ci tengo a puntualizzare che non puzzo, mi ci fate diventare puzzolente quando mi cucinate. Guardate che io sono buono anche da crudo, condito come un’ insalata.

Lascia un commento

quattro × 1 =