IL PROCESSO al formaggio vegetale

Era una Pasquetta soleggiata e giovale quando, durante la seconda portata di un pranzo infinito, il Formaggio Vegetale, ospite oltretutto inaspettato, venne ammanettato e portato in tribunale per essere processato.
Tale Formaggio era stato invitato dal cuoco, nonchè padre della padrona di casa, per soddisfare i bisogni della tavolata dei vegetariani-vegani o simpatizzanti popolata nello specifico da: Beatrice (la padrona di casa onnivora ma che spesso rifiuta la carne), il suo fidanzato Matteo (onnivoro con tendenze carnivore ma rispettoso delle scelte veg*), Ilaria (sorella di Beatrice, giovane ragazza vegetariana con spinte interiori vegane), Alessandro (cugino di Beatrice ed Ilaria, vegetariano fiero e non-vegano per motivi logistici), Martina ( ragazza di Alessandro, ex-vegetariana ora vegana, gestisce un blog vegan).
Il Formaggio vegetale si trovò subito in imbarazzo quando, condotto sulla sua tavola di destinazione, fu accolto da strani sguardi sospettosi e nasi arricciati. Il caso vuole che l’eterogeneo gruppo di veg* o simili non fosse un amante nemmeno del Formaggio Tradizionale (dinastia progenitrice del Formaggio Vegetale), tuttalpiù che si trattasse del Grana ( famoso per il suo odore pungente e per l’invadenza, si infila difatti in ogni pietanza). Caratteristica, ahimè, saliente del Formaggio Vegetale era proprio quella di assomigliare all’ avo Grana, soprattutto all’odorato… il Formaggio Vegetale iniziò a sudare quando si accorse che nessuno se lo portava alla bocca e c’è chi dice che arrossì da quanto era ostile ed insistente lo sguardo dei commensali. Iniziò a sentirsi più sollevato quando, uno alla volt,a ne ebbero assaggiato un pezzettino ma capì subito dalle loro espressioni che non era piaciuto, l’ansia iniziò a salire, il cuore gli batteva in gola, pensava che lo avrebbero sbattuto fuori di casa ed esposto alla pubblica gogna ma poi, capitò qualcosa di inaspettato. Il Formaggio vegetale fu condotto dai primi al tavolo degli onnivori-carnivori, dei veri amanti della sua antica dinastia del Formaggio Tradizionale. Questi davvero si sentì liquefare in quel preciso istante, chissà con quali epiteti lo avrebbero offeso, forse sarebbero arrivati ad ucciderlo o ancor peggio a torturalo. Strabuzzò gli occhi invece quando, dopo l’assaggio gli piovvero addosso fiumi di complimenti, il Formaggio Vegetale, non dimenticò mai il più glorioso di tutti, quello che lo avvicinò alla tanto difficile da emulare dinastia del Formaggio Tradizionale: “Senti che bon, el par grana tenaro, par chi che no ga i denti boni”. Gongolante di felicità e col petto gonfio d’orgoglio il Formaggio Vegetale stava per accomiatarsi quando due panciute guardie svizzere entrarono dalla porta principale e lo ammanettarono senza spiegargli il motivo dell’arresto. Il Formaggio Vegetale, che attende il processo ormai da più di un mese (si vocifera, ma non rivelateglielo perchè è evidentemente una personalità ansiosa, che non avrò mai luogo) non la smette di interrogarsi sul perchè della sua condizione: saranno stati i veg* antipatici ad avermi tradito? Forse gli onnivori-carnivori hanno messo in scena delle false lusinghe per rendere più atroce la mia pena? Forse ho cercato di assomigliare troppo al formaggio? Forse invece non ho onorato a sufficienza la mia antica dinastia? Continua a credere che se una condanna lo attende questa sarà di per forza ingiusta dal momento che, davvero, quale sfortuna maggiore di essere invitato per allietare dei vegan friendly e scoprire poi che non amano il formaggio?! Sempre che  poi il motivo sia stato quello. Dicono che dalla rabbia e la paranoia gli sia spuntata la muffa, ora assomiglia di più al prozio Gorgonzola, chissà se in tali vesti  avrebbe avuto più successo… in ogni caso, così camuffato, pare che pensi alla fuga (non ditegli nemmeno che il tribunale è un labirinto che non ha nè capo nè coda).

2 risposte a “IL PROCESSO al formaggio vegetale”

  1. Molto kafkiano!!! ahahaha bello!!!

    1. Grazie Elisa…ho saputo resistere al “fascino” del formaggio vegetale ma non a quello dei romanzi di Kakfa! 😉 A presto!

Lascia un commento

14 + dieci =