Per colazione una fetta di babka vegana, grazie!

babka vegana ricetta

La moda babka è esplosa ormai qualche mese fa ma io ne ero del tutto inconsapevole. Perché questa ricetta della babka vegana allora? Ho ricominciato a guardare Tata Francesca e ho scoperto che …

Durante il lockdown mi è salita un po’ di nostalgia che ho sfogato ricercando in streaming le serie tv che guardavo quando ero bambina. Dal Tenente Colombo (merito di mamma) a Tata Francesca ho partecipato a delle vere e proprie maratone, ma in lingua originale ed è stata proprio questa spinta didattica (rinfrescare un po’ di inglese mi ha fatta sentire meno in colpa per il mio sport da divano) a regalarmi la babka.

Francesca Cacace, di origini ciociare, non è altro che Fran Fine un’americana dal retaggio ebraico di Flushing. Ecco che, durante un episodio della prima stagione, Fran e Zia Assunta (che nella versione americana è la madre Sylvia) portano una babka a Zia Yetta (in realtà nonna di Fran) in casa di riposo.

La babka è infatti un dolce della tradizione ebraica. Una torta lievitata intrecciata, burrosa e farcita con creme o marmellate che si prepara nel periodo pasquale. Nella mia ricetta vegana della babka il burro è vegetale (fatto da me! Se hai partecipato al freebie in Instagram hai la ricetta in saccoccia) e la farcitura è realizzata con una marmellata ai frutti di bosco senza zuccheri aggiunti.

Se cerchi altre ricette dolci per la colazione, prova le mie choco peanut cookie bars!

Gli ingredienti della babka vegana

  • 200 g di farina 1
  • 100 g di farina di farro
  • 1 pizzico di sale
  • 40 g di zucchero di canna integrale
  • 70 g di burro vegetale
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 150 ml di latte di soia
  • 240 g di marmellata ai frutti di bosco

La ricetta della babka vegan

In una ciotola ampia, mescola le farine, il sale e lo zucchero.
Aggiungi il lievito di birra sciolto nel latte tiepido e infine il burro vegetale ammorbidito. Mescola e impasta, a mano oppure con l’impastatrice, fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo.

Lascia lievitare la palla d’impasto nella ciotola infarinata, chiusa con la pellicola, all’interno del forno spento con luce accesa, per 2 ore.

Stendi l’impasto sopra una spianatoia infarinata con il mattarello e spalma uno strato abbondante di marmellata su tutta la superficie. Arrotola sul lato lungo.

Dividi in due parti, ottenendo 2 serpentoni che intreccerai come nella foto, tenendo la parte del taglio rivolta verso l’alto.

Sistema la treccia all’interno di uno stampo per plum cake imburrato e lascia lievitare per circa 45 minuti, sempre nel forno spento con luce accesa.

Inforna la babka vegana a 180° per 40 minuti, coprendola con la stagnola se si scurisce eccessivamente.

Per renderla ancora più golosa, ho ricoperto la babka vegana con una glassa al limone preparata con 200 g di zucchero a velo e il succo di un limone. In alternativa, diluisci dello sciroppo d’acero con succo di limone e spennella la superficie della babka appena estratta dal forno

Lascia un commento

3 × quattro =