Come comprare un buon frullatore: mini guida per scegliere il frullatore migliore

quale frullatore comprare

Quale frullatore acquistare? La prima domanda da farsi dovrebbe essere: qual è il frullatore migliore per le mie esigenze? Ecco una mini guida ai tipi di frullatori esistenti e alle loro caratteristiche principali.

La prima questione l’ho già svelata: non dovresti chiederti: “Qual è il frullatore migliore“, bensì: Qual è il frullatore migliore per me“? Esistono diversi tipi di frullatore, alcuni di questi hanno funzioni specifiche mentre altri sono detti “multifunzione” ma non è detto che tutte queste funzioni ti servano per davvero. Anzi, potrebbero essere controproducenti. L’unica risposta alla domanda: “Quale frullatore acquistare“? dovrebbe essere IL FRULLATORE GIUSTO PER ME.

Che tipi di frullatori esistono?

Le tipologie di frullatori esistenti sono in continuo aumento e si stanno spostando sulla categoria “frullatori portatili”, adatti per gli smoothie da viaggio. Ma le tipologie di frullatore più comuni sono queste quattro:

Food processor o tritatutto

Cosa significa “food processor”? Il food processor è un robot da cucina (o un accessorio che completa il robot da cucina). Solitamente ha un boccale molto più largo e più basso rispetto al frullatore e ha in dotazione diverse lame per tritare, sminuzzare, grattugiare e tagliare a julienne le verdure e la frutta secca. Io lo utilizzo per preparare hummus, creme di verdure e impasti per burger e polpette.

Grazie alle due lunghe lame in acciaio inox e alla forma del boccale è adatto alla creazione dei burri di frutta secca: limita l’effetto “vortice” (e dunque le lame che girano a vuoto sparando la frutta secca sui bordi) e anche l’effetto “tappo” (che si crea quando la frutta secca, ormai trasformata in pasta, rimane incastrata sotto alle lame). Non è molto indicato per la preparazione di smoothie e gelati.

Frullatore a immersione

Il frullatore a immersione, o minipimer, è un elettrodomestico lungo e sottile che contiene il motore nella parte alta, vicino all’impugnatura, mentre le lame sono riposte nel piede. Non è molto potente ma in compenso è economico.

A cosa serve il frullatore a immersione? È utile per frullare verdure e legumi cotti direttamente dalla pentola, anche quando sono caldi. Ti consiglio di acquistarlo con il corpo lame staccabile dal braccio per facilitare la pulizia dell’elettrodomestico. Non è adatto per tritare il ghiaccio, la frutta congelata e la frutta secca.

Qual è il miglior frullatore a immersione? È potente, smontabile e ha diverse velocità.

Frullatore multifunzione o blender

Quando ci si domanda quale frullatore acquistare ci si scontra con l’universo dei frullatori multifunzione o blender che è molto vasto e può sembrare complicato. Esistono frullatori con base fissa e caraffa staccabile di diverse fasce di prezzo e con caratteristiche specifiche da valutare attentamente.

Come scegliere un blender? Personalmente non faccio grande uso dei diversi programmi pre-impostati (es: tritare la frutta secca o il ghiaccio, fare le creme di verdure etc.) ma mi regolo manualmente, volta per volta. L’unica funzione a mio avviso davvero importante è la “pulse” che ti consente di preparare smoothie con la frutta congelata. Ti consiglio di basare la tua scelta sulla potenza del frullatore (watt e giri al minuto) e la qualità delle lame in acciaio inox che di solito vanno da 4 a 6.

Frullatore o blender tipo Vitamix

Il Vitamix (e i suoi fratelli di marchi diversi) sono frullatori ad altissime prestazioni, adatti anche all’uso professionale. Il boccale è grande (circa 1,5 l) e il motore potente (1400 – 2400 watt). Le funzionalità sono le stesse dei frullatori multifunzione di un certo livello e vanno dalla realizzazione di zuppe calde ai gelati, passando per i burri di frutta secca.

In quest’ultimo caso è fondamentale riempire il boccale almeno fino alla metà in modo tale da poter utilizzare il tamper (l’attrezzo che spinge verso le lame gli ingredienti) che aiuta molto l’elettrodomestico. Con il mio Optimum 9200A di Froothie ho preparato il burro di arachidi usano 650 g di arachidi tostate. Con una quantità minore non avrei ottenuto lo stesso risultato!

Quanti watt deve avere un buon frullatore?

Almeno 500 watt. Ma se devi tritare il ghiaccio e la frutta congelata con buoni risultati servono più di 1000 watt.

Qual è il frullatore migliore per preparare gli smoothie?

I frullatori migliori per gli smoothie sono i blender con caraffa staccabile, potenti (con velocità regolabile e funzione pulse) e con 4 o 6 lame in acciaio inox.

Quale frullatore usare per fare il pesto?

Puoi usare un frullatore a immersione potente oppure un tritato tutto di dimensione medio-piccole.

Con questi link di affiliazione vegancucinafelice.it ottiene una percentuale dai ricavi sulle vendite dei prodotti linkati a nessun costo aggiuntivo per te.

Lascia un commento

2 × 4 =