UNA CENA CON UN KILO DI CAROTE

Scendo in cantina e trovo un pacco di carote sull’orlo dell’autodistruzione. Non potevano attendere un giorno di più e allora ho pensato di usarle per un intero menu alle carote per tre persone: dall’antipasto al dolce! Un’ idea per i fanatici delle carote, per gli amanti dell’arancione, per gli addicted dell’abbronzatura e per quelli che “non si butta mai via niente”. Perchè un ritrovamento sul punto di scadere può essere un tesoro…

  • ANTIPASTO: per iniziare ho scelto uno sformatino monoporzione alle carote a base di farina di ceci da servire con un piccolo contorno di… carote! Delicato ma ravvivato dalla salsa di soia, potete personalizzarlo aggiungendo altre verdure o avanzini del vostro frigorifero.

ANTIPASTO

  • PRIMO PIATTO: una pasta alle carote che vi sorprenderà per il suo gusto deciso (merito del peperoncino) e per le sue consistenze morbide e croccanti (questa volta grazie alle mandorle). Se l’idea di una pasta alle carote non vi alletta, cosa capibilissima visto che non entusiasmava nemmeno me, date una chance a questa ricetta. Se poi però non vi piace, non datemene la colpa, io ho fatto del mio meglio.

PRIMO PIATTO

 

  • SECONDO PIATTO: che spezzatino è senza le carote? Io propongo una versione dello spezzatino vegano con piselli e carote, potete arricchirlo anche con delle patate per renderlo un secondo piatto sostanzioso e completo. E se ancora non vi basta “tocciate” (venezianismo di “pucciate”, “intingete” “fate la scarpetta”) il sugo con del pane ai cereali.

SECONDO PIATTO

 

  • DOLCE: ovviamente una torta alle carote.  La mia ha molte carote e poco farina in modo che risulti morbida, umida e “carotosissima” . Il gusto è reso un po’ speciale dall’uso della farina integrale di mais, del liquore all’amaretto e delle mandorle intere… e ricordate lo zucchero a velo!
    P.s: gli angolini scuri che vedete in foto non sono il frutto di una bruciacchiatura, ma sono il “rilascio” di colore delle mandorle, che ho usato con la buccia… se volete evitare questa cromatura, usate delle mandorle spellate!

DOLCE

Lascia un commento

diciotto − quattordici =