Venezia-Mestre: ho mangiato vegano gourmet in un ristorante di pesce e ne sono entusiasta

ristorante menu vegano sughero venezia mestre

Il sughero non si usa più, dice mio padre. Quasi tutte le bottiglie di vino esposte nel suo wine bar sono chiuse da pratici, tristi e freddi tappi in sughero sintetico. Io invece ho riscoperto l’autenticità di un materiale antico come il sughero in un ristorante di Venezia Mestre con un menù vegano breve ma incisivo. Il ristorante in questione si chiama proprio Sughero e la sua specialità è il pesce ma Nicola Colli, chef e proprietario, ha pensato di divertirsi in cucina con un sestetto di proposte vegane per veri gourmand (2 antipasti, 2 primi e 2 secondi) come ne ho incontrate difficilmente durante le mie foodtrip.

Ma iniziamo rispondendo alla domanda che vorresti farmi segretamente: perchè andare a cena in un ristorante di pesce? La prima, banale ragione ha a che vedere con la vicinanza geografica: Sughero si trova a pochi passi da casa mia. La seconda è prevedibile, ma predominate: sono curiosa di assaggiare i piatti vegani proposti accanto a spaghetti alla busara e sarde in saor. Se fossero migliori di tanti altri serviti dalle fatiscenti veg-trattorie che ho inanellato negli anni con ben poche soddisfazioni? Da ultimo: Fabio ed io siamo a cena con una coppia di amici non vegani che non hanno voglia di pizza. Una delle opzioni più praticabili è sceglie un bel ristorante capace, almeno in potenza, di accontentarci tutti.

ristorante menu vegano sughero venezia mestre

Ma se devo essere sincera, e in questa sede mi va di farlo, Sughero è un bon bon di eleganza e semplicità. Vetrate che affacciano sul dehor che precede la strada, luci ben studiate, spazi raccolti e ariosi riempiti da arredi nutri e dettagli in sughero, come le lampade a pendere dal soffito, sopra ogni tavolo. L’atmosfera è vagamente anni ’90 e io ho un debole per il fascino vintage inaspettato. In più, ho una gran voglia di ordinare una bottiglia di vino da conservare fresca nel cestello.

Da Sughero si può fare tutto questo: cenare in un ristorantino intimo e chic con una buona carta dei vini ordinando piatti vegani. La mia esperienza mi dice che questa opportunità non è da dare per scontata soprattutto a Mestre, che da Venezia non è riuscita a importare lo charme (e per fortuna nemmeno i prezzi).

Piatto preferito: i noodles al pesto vegano, tofu e pinoli tostati. Mi sono piaciute l’idea di rivisitare in chiave mediterranea di un classico orientale e il pesto leggerissimo e cremoso.

ristorante menu vegano sughero mestre venezia

Il piatto più bello: i nuggets di tofu fatti in casa alla curcuma. Un tripudio di colori dove intingere il nugget croccante fuori e morbido dentro.

ristorante menu vegano sughero venezia mestre

Il piatto che vorrei rifare in casa: l’involtino di pasta fillo alle verdure. Crispy e saporito, è una sfiziosità da proporre come secondo piatto oppure all’aperitivo per farsi riempire di complimenti dagli ospiti.

ristorante menu vegano sughero venezia mestre

Il piatto che solo assaggiato: il burger di bulghur con crema all’avocado. È stato il mio amico Marco a ordinare (e spazzolarsi, ma non prima di avermene offerto un assaggio) il burger di bulghur. Dal linguaggio non verbale ne deduco che sia molto piaciuto!

ristorante menu vegano sughero venezia mestre

Il piatto che mi manca: la lasagnetta di zucchine con il ragù di fagioli. Ma rimedierò presto…

Ti è piaciuta la mia review? Vola in home page e iscriviti alla mia Newsletter! Una sola al mese ma peposa!

 

Lascia un commento

5 + 4 =