Qualcuno ha detto donuts? La ricetta delle ciambelle fritte vegan è servita

Sono fritte, caloriche, non propriamente una botta di salute. Ma le ciambelle fritte vegan che ho preparato in casa sono anche una conquista: perché per molto tempo ho desiderato di addentare un donut glassato e non ho potuto farlo. Uova, burro, latte e chi ne ha più ne metta, a frapporsi tra me e il mio sogno zuccheroso.

Poi, Fabio mi ha convinta a dotare la cucina di una piccola friggitrice e successivamente mi ha circuita perché la mettessimo in funzione. Ho accettato, a patto che a crogiolarsi nell’olio caldo fossero della ciambelle vegane. Da questo storico compromesso domestico sono nate queste otto ciambelle fritte vegan, sopravvissute a stento un paio di giorni.

ciambelle fritte vegan

Ingredienti per le ciambelle fritte vegan:

250 g farina manitoba
40 g di zucchero di canna
4 g di lievito di birra secco
1 pizzico di sale fino
40 g di yogurt di soia al naturale
30 ml di olio di semi di girasole
100 ml di latte di soia
vaniglia in polvere q.b
scorza grattugiata di mezzo limone
olio di semi di girasole q.b

glassa colorata vegan
zuccherini colorati vegan

ciambelle fritte vegan

ciambelle fritte vegan

La ricetta dei donuts vegani 

In una ciotola versa: farina, zucchero, vaniglia e lievito. Fai la fonte al centro e versa lo yogurt e l’olio, mescola questi due elementi e successivamente versa il latte iniziando a impastare.

Lavora l’impasto per circa 8 minuti, quando ne ricavai un’impasto liscio e morbido, ma non appiccicoso, copri la ciotola con il cellophane e lascia lievitare 2h nel forno spento ma con la luce accesa.

Puoi usare, in questa fase preliminare, la macchina del pane, impostata con il programma per la pizza.

Trascorse le 2h, riversa l’impasto su di un piano infarinato e dividilo in 8 parti. Forma 8 palline leggermente appiattite e infilzale nello stampo in silicone per bagel.

Fai lievitare per un’ora e mezza coprendo con un panno, nel forno spento con luce accesa.

Trascorsa la seconda lievitazione friggi ciascuna ciambella in abbondante olio a temperatura, girnadola a metà cottura.
N.b: per staccere la ciambella dallo stampo inizia dal bordi tenendo lo stampo a testa in giù, accompagnando delicatamente la fuoriuscita con le mani.

Fai riposare le ciambelle fritte vegan sulla carta assorbente e ricopri con la glassa, che avrai sciolto secondo le istruzioni sulla confezione. Cospargi con gli zuccherini colorati e … dacci dentro!

ciambelle fritte vegan

Ti è piaciuta la mia ricetta? Ricevine altre iscrivendoti alla mia newsletter gratuita!

Lascia un commento

2 × due =