Plumcake vegano al cioccolato con glassa e trucco segreto

Plumcake vegano al cioccolato

Non sono una tipa da dolci. Se “proprio devo”, mi preparo questo plumcake vegano al cioccolato senza burro, senza uova e senza latte. Con una glassa al cioccolato fondente e un trucco segreto (ma a te lo svelo) per rendere il plumcake vegan super soffice e leggero.

Ho mentito, almeno in parte. Che non sono una tipa da dolci è vero – faccio sempre il bis di antipasti e chi se ne frega se non rimane spazio per il dessert – che però di questo plumcake vegano al cioccolato ne mangio una fettina “se devo” è una balla colossale.

L’ultima volta che l’ho infornato, sfornato e glassato. Poi tagliato, fotografato e mangiato ho pensato di poter sopravvivere a plumcake al cioccolato, amore e fantasia.

Soprattutto, mi sono sentita galvanizzata dall’aver goduto di un plumcake al cioccolato senza uova, burro e latte, incredibilmente soffice e, ammettiamolo con la buona pace dei detrattori della “cucina senza”, più leggero e meno peccaminoso, almeno dal punto di vista delle calorie e dei grassi saturi.

Il segreto per una sofficità extra? Eccolo in coda agli ingredienti

plumcake vegan al cioccolato

Gli ingredienti del plumcake vegano al cioccolato senza uova, burro e latte

  • 200 g farina 0
  • 100 g farina di riso
  • 150 g di zucchero di canna
  • 3/4 di bustina di lievito per dolci
  • 1/2 banana matura
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 240 ml latte d’avena
  • 1/2 lattina di acquafaba montata a neve
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 60 g di zucchero
  • 120 ml d’acqua
plumcake vegan al cioccolato

La ricetta del plumcake al cioccolato senza burro, uova e latte

Mescola, all’interno di una ciotola ampia, gli ingredienti secchi.

Sciogli il cioccolato fondente a bagnomaria oppure al microonde. Nel frattempo, riduci la banana matura in purea.

All’interno di una seconda ciotola, più piccola, mescola: banana, cioccolato fondente sciolto e olio di cocco.

Trasferisci il contenuto della seconda ciotola nella bowl con la farina e incorpora il composto semi-liquido aggiungendo anche il latte d’avena un po’ alla volta.

Quando avrai ottenuto un impasto liscio, aggiungi l’acqua di conservazione di una mezza lattina di ceci montata a neve ferma e incorporala all’impasto del plumcake mescolando dal basso verso l’alto.

Inforna a 180° per circa 30 minuti.

La glassa al cioccolato fondente

Quando il plumcake vegano al cioccolato non sarà più caldo, inizia a preparare la glassa.

Trita il cioccolato fondente al coltello.

All’interno di un pentolino, posizionato sul fornello a fuoco medio, fai sciogliere lo zucchero nell’acqua.

Quando l’acqua avrà quasi raggiunto il bollore abbassa la fiamma e mescola con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una glassa liscia e fluida.

Trasferisci a glassa in una ciotola e riversala sul dolce solo quando avrà raggiunto una temperatura che va dai 30° ai 40°.

Per glassare il plumcake al cioccolato senza burro, uova e latte, mettilo sopra la griglia, ad esempio quella del forno, che posizionerai sul lavello della cucina, in sospensione. Versa la glassa sul plumcake e quella in eccesso cadrà nel lavabo. Per non sporcarlo, ricopri il fondo di carta.

3 risposte a “Plumcake vegano al cioccolato con glassa e trucco segreto”

  1. Infine, raccogli la glassa caduta sul foglio di carta forno (sapientemente posto sul fondo del lavabo) e mangiala
    L’acquafaba per me è una recente scoperta e la adoro

  2. ciao Martina, innanzitutto grazie per la ricetta. La proverò a brevissimo.
    Solo una domanda: C’è una differenza in termini di resa tra l’aquafaba indicata negli ingredienti (nel senso di acqua di cottura dei ceci) o l’acqua di governo indicata nel procedimento (quindi quella dei barattoli che conserva i ceci, composta da acqua e sale)?
    Sai anche per quanto tempo si conserva quella dei barattoli una volta aperti?
    grazie mille!

    1. Ciao Chiara,

      ti consiglio di usare l’acqua di governo dei ceci in barattolo (meglio se di vetro!) perché spesso è più stabile di quella che potresti ottenere dai ceci che hai cotto tu.
      Conserva il liquido di governo dei ceci in scatola dopo averlo spostato all’interno di una tupperware in vetro per non più di 3-4 giorni.

      A presto!
      Martina

Lascia un commento

5 + diciannove =