Una sola certezza nella vita: la pizzella fritta vegan piace a tutti

ricetta pizza fritta vegan pizzella

Chiara vede i vassoi di pizza fritta vegan e si illumina. La vegan pizzella condita con pomodoro e basilico le ricorda una tradizione della sua famiglia: dopo aver fatto in casa la passata di pomodoro si preparavano le pizzelle da condire esclusivamente con il pomodoro home made.

Siamo a casa mia e di Fabio, sommersi dalla pizza che abbiamo sfornato per tutto il giorno dopo aver avuto la malsana idea di festeggiare il compleanno dell’uomo di casa con un pizza party tra amici. Si inizia pensando di cavarsela con poco, poi si attraversa la fase del “ma basterà?” che conduce a quella del “ok, aggiungiamo una teglia”. L’approdo finale è la quantità di cibo esorbitante da impiattare all’ultimo minuto, fase laboriosissima che nella pianificazione preparatoria finisce puntualmente nel dimenticatoio.

Comunque, alla fine, un successone. In particolare grazie alla pizza fritta vegan in versione pizzelle pomodoro e basilico, fritte, non unte (o almeno non più del necessario) ma quelle sì, sono sempre troppo poche.

Ingredienti per la pizza fritta vegan

Dosi per 20 pizzelle
200 gr farina di semola
200 gr farina integrale
350 gr farina 0
250 gr farina manitoba
1 cubetto di lievito di birra fresco
2 cucchiai d’olio
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
600 ml d’acqua

La ricetta della pizza fritta vegan fatta in casa

Sciogli il lievito di birra fresco in 120 ml d’acqua tiepida e aggiungi lo zucchero. All’interno di un ampio recipiente mischia le farine e disponile a fonte, versa al centro il lievito, l’olio e inizia ad impastare aggiungendo la restante acqua e il sale.

Impasta fino ad ottenere una pasta omogenea, liscia ed elastica. Riponi la l’impasto in un contenitore ampio, chiudilo con la pellicola per alimenti e lascialo lievitare in forno spento e chiuso con luce accesa per un’ora e mezza.

[per ottenere il medesimo risultato puoi usare la macchina del pane selezionando il programma per la pizza]

Trascorsa la prima lievitazione, dividi l’impasto della pizza fritta vegan in 20 palline (appoggiati su un piano infarinato e aiutati con poca farina). Schiacciale e tendile con le mani fino a crare la classica forma rotonda della pizzella con i bordi più alti rispetto al centro.

Copri le pizzelle vegan con un panno e lascia lievitare per 30 minuti. Trascorsa la mezz’ora, friggi le pizze fritte vegan in abbondante olio alla giusta temperatura.

pizza fritta vegan ricetta

Prima di aggiungere passata di pomodoro e basilico lascia riposare la pizza fritta vegan per qualche secondo sulla carta assorbente perchè perda l’olio in eccesso.

Ti è piaciuta la mia ricetta della fava greca? Vola in home page e iscriviti alla mia newsletter: una sola al mese, ma peposa!

 

 

 

Lascia un commento

13 + 1 =