Confidenze: perchè negarmi la brioche vegana è stata un’ingiustizia

brioche vegana al bar

T’appartengo ed io ci tengo e se prometto poi mantengo, m’appartieni e se ci tieni tu prometti e poi mantieni prometto, prometti, giura. Così Ambra si struggeva d’amore nel lontano 1994, così mi dispero io, all’alba del 2018, per una brioche vegana.

Ora che il cornetto vegano è sbarcato persino in autogrill, addirittura nella doppia versione vuota e con marmellata di sambuco, e che anche il ristorante cinese vicino all’ufficio tiene in caldo qualche brioche senza latte, burro e uova, la pasticceria sotto casa mi nega di continuo quella calda, fragrante consolazione mattutina che è la brioche vegana.

Già, la mia pasticceria più porssima, carina, nuova, piena di gente espone una vetrina di brioche da fare invidia alle scorte di cui doveva disporre Maria Antonietta ma non vuole darmi il mio cornetto vegano. Io ci provo, a farmelo porgere avvolto nel tovagliolino perchè tra le tante targhette con su scritto “brioche alla marmellata”, “brioche alla crema”, “brioche vuota” etc, c’è anche “brioche vegana”.

Poi però chiedo: “Un cappuccino di soia e una brioche vegana per favore” e mi viene riposto che le brioche vegane sono terminate. Succede alle 11 del sabato, alle 9.30 del mercoledì, alle 10 del lunedì e via dicendo. Così mi bevo la tazzona di cappuccino mentre lo stomaco borbotta e la vene del collo iniziano a gonfarsi, giusto un pochino.

Se le brioche vegane sono un bene richiestissimo, perchè non produrne di più? Se invece ne sforni un paio al giorno perchè temi che avanzino (e chi le mangerà mai le brioche vegane a fine giornata! Tragedia! Si possono mica donare ai vegani poco abbienti? Si gettano nell’umido come gli altri rifiuti organici? Bah!), togli la tronfia targhetta.

Ma ora basta! È l’ultima volta che mi fregano. Prometto, prometto e se prometto poi mantengo. Giuro.

 

brioche vegana

 

 

2 commenti

  1. Io fossi in te, all’ultimo diniego perché sono finite gli direi : me ne mette una da parte domani mattina appena arrivano? Sembra che sei una cliente regolare, e un favore così semplice te lo dovrebbero fare! E se ti dicono “saranno finite pure domani” allora sai che la targhetta è una menzogna!

    1. Ciao Daniela,
      non sono propriamente una cliente regolare ma potrei comunque chiedere di farmi mettere da parte una brioche. In ogni caso…ormai mi stanno antipatiche e le brioche vegane le procaccerò altrove! 😉

Lascia un commento

diciassette − 15 =