Piccoli grandi traguardi: sul mensile Terra Nuova di marzo ci sono anche io!

intervista terra nuova

Martina di Vegan cucina felice, che sarei io, fa capolino tra le pagine del mensile Terra Nuova del mese di marzo. Un’ intervista, un’occasione unica per capire chi sono ancora una volta, nel modo più sincero possibile: cercando di spiegarti la mia vita da vegan blogger, a tutto tondo.

L’ultima volta che mi sono raccontata avevo 19 anni. Ma si trattava della confessione privata di una post liceale, alle prese con il suo diario segreto zeppo di frecce, cuoricini, poesie, adesivi e qualche lacrima al mascara. E una frangetta assimmetrica tinta di rosso, (ma è rubricata negli errori di gioventù).

Mollata l’era degli sfoghi su carta chiusi con il lucchetto, ho smesso di scrivere di me, e forse anche di dirlo. Le amiche più care mi riproverano di non aggiornarle su quello che mi succede e il mio compagno si ritova a scalare muri di gomma, quando lo storico del calendario lunare mi dice che sono davvero incasinata. Le impenetrabili pareti della mia trincea privata: ingresso vietato a chiunque. Unica speranza di breccia riservata al sole.

Il pudore dei sentimenti l’ho ereditato dal nonno. Un uomo tutto d’un pezzo, un granitico operaio edile che ha trasformato la pensione in cura maniacale dell’orto di casa. Credo di non averlo mai sentito esprimere dei sentimenti a parole, ma sapevo riconoscere tutto il suo amore negli sguardi pieni d’orgoglio verso la sua unica, preziosa nipote.

Forse anche nonno teneva un diario, magari non un canonico quaderno da stressare con penna e matita, forse si trattava di un album di foto, di un vecchio taccuino di quando era bambino o forse di un ordinatissimo registro mentale dove andare a pescare i ricordi rubricati per data, luogo, persona. 1988, Mestre, nasce Martina, sono felice.

Sono certà però che il nonno non abbia mai avuto l’opportunità di confrontarsi con se sé stesso come ho fatto io il mese scorso, quando ho risposto alle domande della redazione di Terra Nuova sulla mia vita da vegan blogger, per imbastire l’intervista a me dedicata all’interno del numero di marzo 2018.

Perché è rispondendo alle domande più semplici e schiette che ci si racconta davvero. Cosa apprezzi di più negli altri? Mi chiedono. Sembra facile, ma prova rispondere così, su due piedi. Scoprirai qualcosa di te che non conosci. È successo anche a me che ho deciso di espormi sul web per mettere la mia esperienza positiva al servizio dei vegani, dei vegariani e dei quelli che hanno provato il tofu almeno una volta trovandolo pessimo.

E se vuoi conoscere meglio me, Martina, la tizia che cucina, scatta le foto dei piatti, smanetta in WordPress e si incasina per fare i video da caricare su YouTube puoi acquistare Terra Nuova, anche online, qui. Scoprirai cosa mi ha spinta a diventare vegana e a farlo sotto i riflettori ma anche cosa faccio tutti i giorni, tra un refuso battuto alla tastiera e l’altro.

Lascia un commento

15 + 1 =