Giovedì gnocchi MAXI ripieni di asparagi

Gnocchi ripieni vegan

Continua la mia battaglia in favore delle nuove tradizioni: a Pasqua ho preparato tanti gnocchi ripieni vegan. Delle maxi pepite di felicità gonfie di asparagi e condite con burro di soia e salvia. Più un’abbondante macinata di pepe, come piace a me.

Fare gli gnocchi non mi è mai piaciuto. Ho sempre preferito osservare la coppia di nonni paterni, stretti nella loro piccola cucina, trasformata per l’occasione in un mini laboratorio casalingo, mentre impasta, rotola, srotola e taglia un impasto di patate e farina che, sotto l’esperta catena di montaggio, diventa una quintalata di gnocchi, a Natale.

Però non è Natale, è Pasqua e non ci sarà nessun pranzo casalingo che mi permetta di sorseggiare un calice di vino dopo l’altro ammirando l’altrui maestria in cucina. Dunque mi sono rimboccata le maniche e ho preparato gli gnocchi, nella mia versione. Sono gnocchi vegan, ripieni di asparagi e conditi con burro (di soia) e salvia.

Gnocchi vegan ripieni

Gli ingredienti per gli gnocchi ripieni vegan

Dosi per 16 – 18 gnocchi

  • 1,2 kg di patate
  • 250 g di farina 0
  • 2 cucchiai di lievito alimentare
  • sale fino q.b
  • prezzemolo fresco q.b
  • 500 g di asparagi verdi
  • 2 cucchiai di trito per soffritti (sedano, carote, cipolla)
  • 3 cucchiai di farina di ceci
  • sale e pepe q.b
  • olio evo q.b
  • 3 noci di burro di soia
  • salvia q.b
  • pepe nero macinato
gnocchi ripieni vegan

La ricetta degli gnocchi ripieni vegan

Lava le patate per eliminare la terra dalla buccia e cuocile in acqua bollente fino a quando non saranno tenere. Pelale e schiacciale con lo schiacciapatate quando sono ancora calde.

Una volta raffreddate, unisci il lievito alimentare, un pizzico di sale, del prezzemolo tritato e mescola. Aggiungi anche la farina, 50 grammi alla volta, e impasta con le mani fino ad ottenere la consistenza ottimale.

Monda gli asparagi, tagliali a tocchetti regolari e saltali in padella con il soffritto.

Versa la farina di ceci in una ciotola e aggiungi dell’acqua tiepida sbattendo con la frusta per evitare grumi. La consistenza del composto è quasi liquida, più lenta di una pastella per impanare.

Versa il contenuto della ciotola in nella padella con gli asparagi, non appena gli asparagi saranno cotti, mescola e lascia sul fuoco fino a quando non si sarà formata una crema. Togli subito dal fuoco: non vogliamo una frittatta!

Separa le punte e tenile da parte. Frulla invece i 3/4 degli asparagi restanti.

Preleva dall’impasto degli gnocchi un pezzo alla volta, sufficiente ad essere steso con le dita creando una tasca dove aggiungere un cucchiaino abbondante di asparagi. Richiudi con attenzione ogni gnoccone ripieno e cerca di dargli una forma ovale.

Cuoci gli gnocchi ripieni vegan, 4 alla volta (una porzione) in acqua bollente. Sono pronti quando vengono a galla.

Verranno accolti da una padella antiaderente ampia nella quale avrai fuso del burro di soia assieme alla salvia.

Saltali leggermente aggiungendo le punte di asparago e servi con un’abbondante macinata di pepe.

gnocchi ripieni vegan

Lascia un commento

tredici − otto =