Ho fatto i panini cinesi al vapore e sono perfetti per la colazione

panini cinesi vegan

Ci ho provato. Anzi, a dirla tutta, a fare i panini cinesi al vapore vegani (baozi) ci ha provato il mio compagno. E  lo ha fatto noncurante delle dimensioni della nostra cucina – più o meno quelle di una cabina telefonica spaziosa – e del fatto che buona parte del piano di lavoro fosse occupato da me, intenta a farcire la terza teglia di sfincione palermitano vegan.
Ma d’altronde, a chi sono mai piaciute le cose semplici? A me no di certo, e a quanto pare nemmeno a lui.
A te però potrebbe andare tutto liscio: la ricetta dei panini cinesi al vapore vegani è facile anche se non velocissima. Basta non mettersi a impastare, arrotolare e tagliare nel bel mezzo di quello tzunami gastonomico che è la donna in cucina intenta a partorire il piatto perfetto.

Ingredienti per i panini cinesi vegani al vapore:
Dosi per circa 12 baozi

-400 gr farina 00**
-100 gr farina manotoba
-40 gr di zucchero
-1 bustina di lievito di birra secco
-2 cucchiai di olio evo delicato
-300 ml di latte di riso

**sì, sono rea di aver usato la farina 00. Proverò anche con la 0 e la 1 ma il primo esperimento doveva riuscire perfettamente e questi panini devono essere soffici come nuvole!

La ricetta dei panini cinesi al vapore vegan passo per passo

Sciogliete il lievito di birra in poco latte tiepido e versatelo nella ciotola della planetaria assieme alle farine, allo zucchero. Iniziate a impastare versano il latte poco per volta e successivamente l’olio fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

panini cinesi al vapore vegan ricetta

Trasferite l’impasto su di un piano da lavoro infarinato e lavoratelo per 10 minuti. Formate una palla, sopritela con un panno e lasciate lievitare per almeno 30 minuti.

Utilizzate un mattarello per stendere l’impasto dandogli una forma rettangolare e uno spessore omogeneo. La grandezza del rettangolo sarà di circa 40 cm x 25 cm.

Ripiegate il rettangolo in 3 nel senso della lunghezza ottenendo così un secondo rettangolo lungo e stretto. Coprite l’impasto con un panno e lasciate riposare per 15 minuti.

panini cinesi al vapore vegani ricetta

Stendete l’impasto con il matterello dal lato più corto ottenendo un terzo rettangolo. Arrotolate l’impasto su sè stesso dando vita a un lungo cilindro d’impasto.

panini cinesi al vapore ricetta vegan

Rifinite i bordi e tagliate il rotolo in circa 12 parti uguali. Disponete ogni panino cinese vegan su un pezzetto di carta forno per poi procedere con la cottura al vapore.

panini cinesi al vapore vegan ricetta

Adagiate i baozi nel cestello della vaporiera (nei due cestelli, se sono impilabili) e riempite la pentola di acqua bollente.

panini cinesi vegan al vapore ricetta

Lasciate lievitare i panini cinesi al vapore nei cestelli impilati sulla vaporiera con coperchio chiuso e fuoco spento per 20 minuti. Dopodichè accendete il fuoco e cuocete per altri 20-25 minuti.

panini cinesi al vapore vegan ricetta

Il modo in cui ho preferito strafogarmi di questi sofficissimi panini cinesi vegan cotti al vapore è stato la mattina, a colazione, con un sottile velo (in realtà mezzo vasetto) di marmellata (ma anche di cioccolata spalmabile).

Lascia un commento

5 × 3 =