Non hai mai provato niente di simile: ti presento il fish and chips vegano

fish and chips vegano ricetta

Croccante fuori e morbido dentro, da mangiare con tante patatine fritte e una spruzzata di succo di limone. Questo fish and chips vegano mi ha conquistata e credo sarà una svolta anche per te: la ricetta per farlo in casa è semplice e il risultato non è solo d’effetto. È soprattutto una bomba di gusto!

Qualche anno fa ho trascorso un breve periodo a Liverpool per una vacanza studio. Lungo la strada per il collage incontravo una marea di fish and chips da asporto così, per non sentirmi totalmente estranea alle tradizioni locali, mi fermavo per acquistare una porzione di patatine fritte. Ma quanto mi sarebbe piaciuto trovare un fish and chips vegano da addentare dopo la lezione! Cose da veri liverpooler che mi sono un po’ mancate (ma che ho compensato scovando un vegan pizza bar con musica dal vivo è una figata pazzesca).

La voglia però mi è rimasta. Lo scorso fine settimana sono passata all’azione e ho studiato una ricetta per il fish and chips vegano a prova di scettici. L’aspetto è molto realistico e il sapore ricorda quello del mio #finTonno con un’aggiunta “carnosa” per dare la consistenza perfetta. Che te ne pare?

Per celebrare la buona riuscita della ricetta ho riammesso i Beatles nella mia colonna sonora mattutina. Scusa se è poco!

fish and chips vegano ricetta

Gli ingredienti del fish and chips vegano

Dosi per 4 persone

  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 2 cucchiai di trito per soffritti (sedano, carote, cipolla)
  • 280 g di jackfruit (peso netto) [in salamoia e non in sciroppo]
  • 120 ml d’acqua
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 200 g di ceci cotti
  • 200 g di tofu affumicato
  • 200 g di carciofini sottolio
  • 1 cucchiaio scarso di cren (crema di rafano)
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cucchiaino di levistico (opzionale)
  • 3 piccoli fogli di alga nori snack (tostata) tritati
  • 5 -6 cucchiai di farina d’avena
  • 1 confezione di pastella per tempura
  • 1 punta di zafferano in polvere
  • 330 ml di birra bionda fredda
  • farina di ceci q.b
  • olio per friggere q.b
fish and chips vegano

La lista degli ingredienti sembra lunga, ma ti assicuro che la ricetta di questo fish and chips vegano è più facile di quanto credi

La ricetta del fish and chips vegano

Apri la lattina di jackfruit e sciacqua il frutto a pezzi sotto l’acqua corrente.

Soffriggi sedano, carote e cipolla con un cucchiaio di olio evo all’interno di una padella antiaderente.

Aggiungi il jackfruit, l’acqua e la salsa di soia. Mescola e lascia cuocere con il coperchio fino a quando l’acqua non si sarà assorbita.

Trasferisci il jackfruit all’interno di una bowl e filaccialo con una forchetta.

Frulla, con l’aiuto di un blender: ceci, tofu, carciofini sottolio, capperi, cren, levistico e alga nori. Attenzione a non esagerare creando una crema troppo liscia perché la consistenza deve rimanere grezza.

Unisci il jackfruit al composto incorporandolo bene. Aggiungi quanta farina di avena è necessaria per creare una consistenza soda che ti permetterà di realizzare i finti “tranci di pesce”. A me ne sono bastati 5 o sei cucchiai.

A questo punto, dividi il composto in 4 parti e riproduci la forma del trancio di pesce come in foto. Ripassa ciascun trancio nella farina di ceci.

Metti l’olio a scaldare affinché raggiunga la giusta temperatura per la frittura.

Prepara la pastella con il mix per tempura, al quale avrai aggiunto lo zafferano per donare un bel colore dorato, e la birra (io ho usato circa 3/4 di lattina ma assicurati che la pastella sia liscia e abbastanza compatta, non dev’essere troppo liquida).

Friggi i “fish” uno alla volta, dopo averli immersi nella pastella alla birra, e lascia che perdano l’olio in eccesso sulla carta assorbente prima di servirli con patatine e salse.

fish and chips vegano

Se vuoi provare un’altra ricetta “pesciosa” ecco il mio chevice vegano!

Lascia un commento

13 − dieci =