Dove mangiare la pizza vegana a Napoli? Te lo dico io che di pizza me ne intendo

Tre giorni scarsi con unico obiettivo: scoprire dove mangiare la pizza vegana più buona di Napoli. Alcuni di voi hanno seguito le mie gozzovoglie #foodporn in Instagram, con tanto di commenti:”Ma stai sempre a magnà!” Ebbene sì, per la mia terza volta a Napoli ho deciso di mangiare solo pizza (vegana, of course). Ebbene, com’è il panorama napoletano in fatto di vegan pizza?

Ovviamente, trattandosi di Napoli, per nulla noioso. Partiamo dal presupposto che l’impasto della pizza napoletana è vegano. Per chi avesse ancora dubbi sul fatto che la pizza contenga latte, uova o strutto, la risposta è N0, nella quasi totalità dei casi (la mano sul fuoco non ce la metto mai).

Dunque, con la marinana, si va sempre sul sicuro. Ma Napoli riserva pizze vegane pensate per i vegani. Lo avresti mai detto? Ne ho scoperte almeno due, ma partiamo con le marinare.

L’Antica Pizzeria Da Michele

Via Cesare Sersale 1, Napoli
Nella pizzeria più famosa di Napoli la pizza si serve solo in due varianti: marinara e margherita. Si fa la coda all’ingresso con il sorriso perché fa parte dell’esperienza e al bar al di là della trada si trovano le Nastro fresche, per ingannare l’attesa. Una volta entrati: tavoli in marmo senza tovaglia, bicchieri in plastica, un tovagliolino. Mi chiederai cos’ha di speciale questa marinara. La risposta è: tutto. Voto dieci.

Concettina ai Tre Santi di Ciro Oliva

Via Arena alla Sanità 7 bis, Napoli
pizza vegana a napoli
Per addentare la marinara di Ciro Oliva ho fatto una coda di tre ore (con intermezzi vari tra passeggiate, birrette, cuoppi). Una volta seduta al tavolo, con qualche dubbio sul procedimento di assegnazione dei tavoli, ordino una marinara. Arriva dopo poco ed è talmente buona da farmi soprassedere sulla porta del locale che si apre e si richiude in continuazione senza motivo, con un po’ di noncuranza verso il nostro tavolo sfortunato, proprio a ridosso dell’entrata. Della marinara, consumata alle 16.30 ho adorato il pomodoro, praticamente un pelato, freschissimo e condito con un olio davvero saporito.
Dopo aver postato la mia foto in Instagram, in molti mi avete segnalato la vicenda raccontata da Salvatore Pope Velotti, cliente vegano della pizzeria a cui pare sia stato volutamente servito dello strutto. Se vuoi approfondire, leggi la testimonianza raccolta da Luciano Pignataro. Marinara ottima, ma non definirei il locale vegan friendly.

p.s: non l’ho mangiata quest’anno ma l’anno precedente, anche la marinara della pizzeria Starita merita una In Via Materdei 27. Per conoscere altri posticini, leggi: Dove mangiare vegano a Napoli! 

Pizze vegane a Napoli: oltre alla marinara c’è di più

Lievito Madre al Mare (Sorbillo)

Via Partenope 1, Napoli

Eccola, finalmente: la margherita vegana, messa listino da uno ei mostri sacri della pizza napoletana a Napoli e nel mondo: Gino Sorbillo. La scelta è particolare, niente surrogati della mozzarella ma del tofu seta a dare morbidezza, senza invadere la dolcezza formidabile dei pomodorini freschi. Mi è piaciuta moltissimo, specialmente per l’impasto, ma ho sentito la mancanza della salsa di pomodoro, il mio feticcio in fatto di pizza.

50 Kalò

Piazza Sannazaro 201/B, Napoli 

Mangiare all’aperto nel dehors della pizzeria di Ciro Salvo mi piace, perché il locale è tranquillo e un po’ classy, senza perdere in semplicità. In Instragram mi hai visto mangiare una marinara, ma nel listino vengono sengnalate le pizze vegetariane e quelle vegane e veganizzabili. Fabio ha ordinato la Marinara 50 Kalò, arricchita con scarola, olive e pomodori freschi: una pizza vegana con gli inrgedienti tipici di Napoli e amati dai napoletani.

La Masardona

Piazza Vittoria 5, Napoli

La più antica friggitoria di Napoli, famosa per pizza fritta e cuoppi, propone la Veganina, pizza fritta con scarola, uvetta, olive e provola. L’ho ordinata senza provola e l’ho trovata spettacolare, come racconto nel post, praticamente leggera. Vietato andarsene da Napoli senza aver provato la pizza fritta, Io aggiungo: la pizza fritta della Masardona.

Oltre alla pizza vegana: un paio di dritte vegan friendly

Il tarallo napoletano vegan della Taralleria Napoletana
Via San Biagio dei Librai 3, Napoli

Senza strutto, in tre versioni, buonissimo e in una della vie più storiche di Napoli,

Il cuoppo vegano di Il Cuoppo Friggitori Napoletani
Via San Biagio dei Librai 3, Napoli

Alla ribalta per aver vinto il primo posto nella classifica di Simone Rugiati dei cuoppi più buoni di Napoli nel programma Food Advisor, La Friggitoria propone anche il cuoppo vegetariano. Un mix di verdure (melanzane, zucchine e fiori di zucca) in tempura e dunque, nei fatti, vegano. Ben fritto, sfizioso, ma soprattutto buono da mangiare passeggiando per Spaccanapoli quando la fame, tra una pizza e l’altra, si fa sentire.

cuoppo vegano a napoli

Ti è piaciuto il mio articolo su dove mangiare la pizza vegana a Napoli? Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

tre × due =