Involtini primavera alternativi: vegani e cotti in padella

involtini primavera alternativi

In rosticceria cinese non posso fare a meno di ordinare gli involtini primavera. Ma ho scoperto come farli in casa, alternativi, senza glutine e vegan. In più? Sono coloratissimi!

Per decidere come preparare questi involtini primavera diversi dal solito ho fatto un giro al mercato tra i banchi di verdura di stagione. Ho pescato porro, cavolo cappuccio viola, cavoletti di Bruxelles e funghi prataioli. All’alimentari etnico ho acquistato i dischi di riso e al supermercato biologico il macinato di soia disidratato. Ma c’è qualche altro ingredienti che sono certa avrai sempre in dispensa.

involtini primavera alternativi

Ingredienti per gli involtini primavera vegani e alternativi

Dosi per circa 15 involtini

  • 30 sfoglie di riso rotonde
  • 50 g di soia disidratata
  • brodo di verdure q.b
  • 2 cucchiai di olio evo + q.b per friggere in padella
  • 2 cucchiai di trito per soffritti (sedano, carota, cipolla)
  • 3 cm di porro
  • 1/4 di cavolo cappuccio rosso di medie dimensioni
  • 300 g di funghi champignon
  • 10 cavoletti di Bruxelles
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • farina di riso + acqua q.b
  • sale, pepe, spezie per kebab
involtini primavera alternativi

Se vuoi sbirciare un’altra ricetta etnica ti consiglio i taco vegani con guacamole, lenticchie e quinoa!

Per prima cosa metti il granulare di soia in una ciotola e ricoprilo di brodo caldo. Lascia idratare per circa 10 minuti poi scola bene l’acqua e strizza la soia perché perda tutto il liquido in eccesso. Condisci con sale, pepe e spezie per kebab.

La ricetta degli involtini primavera alternativi

Soffriggi sedano, carote, cipolla e il porro affettato con due cucchiai di olio evo. Aggiungi la soia e lascia insaporire per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Aggiungi anche il cavolo rosso affettato sottilmente e i cavoletti di Bruxelles tagliati a metà o in 4 parti e cuoci con il coperchio fino quando non si saranno inteneriti (ma non devo essere completamente cotti)

Unisci agli ortaggi in padella anche i funghi ben lavati, affettati sottili e cotti in precedenza con olio e aglio** . Lascia sul fuoco, senza coperchio per altri 5 minuti.

Condisci con sale, pepe, zenzero e salsa di soia. Se ti piace, anche con il peperoncino in polvere.

Stendi un canovaccio di cotone pulito sopra una spianatoia e bagnalo leggermente. Su questo supporto, sovrapponi due o tre dischi di riso.

Metti del ripieno al centro, spennella i bordi con una pastella densa fatta mescolando farina di riso e acqua, e richiudi la pasta formando l’involtino.

Piega i lati destro e sinistro del cerchio e il lembo in basso e ripiega verso il centro fino a chiudere la sfoglia. 

Cuoci gli involtini primavera vegan in una padella con fondo spesso e un fondo sottile di olio di semi. Gira gli involtini a metà cottura stando attento a non romperli, sono molto delicati.

** cuociamo i funghi a parte perché non rilascino troppa acqua e inumidiscano eccessivamente il ripieno.

Ho condito gli involtini con una senape addolcita da un po’ di sciroppo d’agave e speziata con aglio in polvere, curcuma e sale affumicato

Lascia un commento

uno × 5 =