Patatine fritte al forno super croccanti e saporite

patatine fritte al forno croccanti

Ho preparato delle patatine fritte … non fritte, cioè al forno! Ecco tutti i segreti per avere delle patatine croccanti e saporite ma non troppo unte.

Questa cosa dell’illusionismo culinario mi sta conquistando: dopo i wurstel di carota ecco le patatine fritte non fritte (ma al forno). Ti avviso che l’olio c’è, ma non è molto, e che sono saporitissime, merito di un bagno nell’aceto…

Ingredienti per le patatine fritte al forno

  • 3-4 patate medie
  • 6 tazze d’acqua
  • 1 tazza di aceto (3/4 di aceto di mele e 1/4 di aceto balsamico)
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di mix per patate arrosto

La ricetta delle patatine fritte al forno croccanti

Sbuccia le patate e tagliale a bastoncini non troppo sottili per evitare che si spezzino in cottura e il più possibile regolari.

Preriscalda il forno a 230°.

Fai bollire le patate nell’acqua e aceto (mettile in pentola appena l’acqua ha raggiunto il bollore) fino a quando non saranno più tenere ma non del tutto lessate. Il bastoncino deve restare assolutamente integro.

Scola le patate con molta attenzione e tamponale con un panno di cotone o di lino pulito per togliere l’acqua in eccesso.

Ungi una teglia da forno con l’olio di oliva e infornala per pochi secondi (prima che l’olio fumi!), estraila e disponi al suo interno le patate, cospargi con il mix di spezie e rigira delicatamente le patate con le mani perché si ungano d’olio uniformemente.

Disponi le patate in modo che non si sovrappongano!

Ti consiglio di girarle delicatamente a metà cottura per uniformare l’effetto croccantezza.

Lascia in forno fino a quando le patate non saranno dorate e croccanti.
Servi subito con l’aggiunta di fiocchi di sale.

I trucchi per avere delle patatine al forno davvero croccanti come fossero fritte

  1. La fase di bollitura è importante ed è ancora più importante sapersi fermare al punto giusto. Dare un timing è difficile perché tutto dipende dal tipo di patate che hai scelto. Di solito si tratta di 8 – 12 minuti, l’importante è che i bastoncini non sembrino crudi ma nemmeno tanto cotti da spezzarsi.
  2. Con o senza carta forno? Io ho unto la teglia (una grande teglia tonda per pizza) senza usare la carta forno. Non esiste una scuola di pensiero univoca per quanto riguarda la correlazione tra la carta forno e la croccantezza delle patate ma ho deciso di non usarla prendendo spunto dalla saggezza popolare delle nonne venete :”Se e patate xe cussì bone xe anca merito dea tecia” Trad: “se le patate sono così buone è anche merito della pentola”. E anche secondo me il contatto diretto con la teglia le rende più croccanti.
  3. La scelta dell’olio. Gli oli migliori per questa preparazione sono l’olio di oliva e l’olio di cocco (che forse le rende ancora più crispy!)
  4. Perché inforniamo prima l’olio (senza patate)? Perché in questo modo le patate, a contatto con l’olio caldo, inizieranno subito a sfrigolare aumentando l’effetto croccantezza. Mi raccomando però, l’olio NON deve assolutamente raggiungere il punto di fumo!
  5. Le patate non si devono sovrapporre, altrimenti non cuoceranno uniformemente.
  6. Giriamo a metà cottura? Io ti consiglio di farlo, per avere una croccantezza a 360° ma fai attenzione a non rompere le patate. Le patatine fritte al forno cuociono in totale circa 30 minuti, il momento giusto per rigirarle è dopo circa 20 minuti.

Una risposta a “Patatine fritte al forno super croccanti e saporite”

  1. le patate sono sempre un gran successo, io devo capire se nel mio dna c’è più patata, melanzana o fungo, ma penso tutti in egual misura…detto ciò ricetta da leccarsi i baffi

Lascia un commento

3 × 5 =