Il panino nordico perfetto per le tue giornate hygge

panino al salmone vegano

Storci subito il naso: ho preparato un panino al salmone vegano. Sembra una sciocchezza, lo so, ma dopo aver adocchiato quel trancio di pizza al bistrot di Ikea …

La storia è questa: pausa pranzo velocissima di ritorno da Mestre in direzione Padova. Mio marito ed io facciamo un pit stop rifocillatore al bistrot di Ikea, con il solito ordine: vegan hot-dog e trancio di pizza rossa. Mentre attendo il mio vassoio sbircio le altre pizze e vedo una bellissima focaccia con salmone affumicato e spinacini. Troppo scenografica per essere lasciata lì, almeno idealmente …

Così, qualche giorno dopo, ho impastato la focaccia e marinato il sedano rapa nel succo di barbabietola. Poi ho montato una maionese all’aneto, da stemperare con dello yogurt di soia denso, e … il panino al salmone vegano è pronto. Ma chiamiamolo pure panino al sedano rapa marinato: d’ispirazione nordica e perfetto per le giornate hygge autunnali.

La ricetta per la focaccia extra soffice

Dosi per 4 panini (teglia quadrata 20×201)

  • 300 g di farina 1 semi integrale
  • 250 g di semola di grano duro rimacinata
  • 50 g di lievito madre (o 7 g di lievito di birra disidratato + 1 cucchiaino di zucchero)
  • 150 ml di latte di farro
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 100 ml di olio di semi di girasole alto oleico
  • 1 cucchiaino di sale alle erbe
  • acqua + olio extravergine di oliva per spennellare
  • rosmarino q.b

Raccogli le farine all’interno di una ciotola. In una seconda ciotola versa il latte, l’acqua, l’olio di semi di girasole e il sale.

Inizia ad aggiungere, poco alla volta, il liquido alla farina.

Unisci il lievito madre, impasta e continua finendo il liquido.

Lavora l’impasto sulla spianatoia fino ad ottenere una palla d’impasto compatta ed elastica.

Sistema il panetto in una ciotola capiente, coprilo con un panno e lascia lievitare per 2 ore all’interno del forno spento con luce accesa.

Ungi lo stampo e stendi, al suo interno, l’impasto in mondo omegeneo. Affonda i polpastrelli nell’impasto e lascialo riposare per trenta minuti.

Spennella con acqua e olio, aggiungi il rosmarino.

Cuoci la focaccia a 180° per 30 minuti.

Come preparare il ripieno del panino al salmone vegan

  • 1 sedano rapa di medie dimensioni
  • 6 cucchiai di succo di barbabietola
  • 6 cucchiai di aceto di mele
  • 2 cucchiai di salsa teriyaki
  • spinacino fresco q.b
  • 1 cucchiaio di senape
  • 1 cucchiaino di aneto fresco tritato finemente
  • 50 ml di latte di soia freddo
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 pizzico di sale
  • 300 ml di olio di semi di girasole alto oleico
  • 200 grammi di yogurt bianco di soia

Pela il sedano rapa e affettalo molto sottilmente. Cuoci le fette di sedano rapa al vapore fino a quando non si saranno intenerite (ma non troppo, non devono sfaldarsi).

Lascia marinare per più tempo possibile le fette di sedano rapa in una marinata preparata con il succo di barbabietola, la salsa tariyaki e l’aceto di mele. Se vuoi ricreare un effetto salmone più realistico, aggiungi una dose minima di liquid smoke o di té nero super concentrato.

Lava bene lo spinacino fresco e tamponalo con un panno.

Prepara la maionese vegana mescolando, all’interno di una ciotola dai bordi alti: latte di soia, senape, aceto, sale e aneto. Versa l’olio e filo e monta con le fruste fino a quando la maionese non sarà soda e ferma.

La dose per la maionese è molto abbondante ma preparandone grandi quantità c’è meno rischio che smonti. Dunque usane solamente una parte da mischiare allo yogurt di soia nella proporzione che preferisci.

Componi così il tuo panino al salmone vegano very hygge: focaccia, spinacini, salsa, sedano rapa marinato, salsa e spinacini.

Lascia un commento

quattro × quattro =